Con coerenza l’Amministrazione comunale dovrebbe decidere l’abbattimento anche del Museo Michettimumi

LE MOTIVAZIONI

1) Il Mu.Mi, dalla conclusione della sua ristrutturazione, a parte qualche mostra estemporanea, è sottoutilizzato (come la Sirena).

2) Non produce reddito (come la Sirena), infatti vi si accede gratuitamente per vedere le due tele di Michetti.

3) Non si è riusciti a dargli un piano di gestione pluriennale (come per la Sirena).

4) I costi di gestione non sono ammortizzabili con entrate autonome (come la Sirena).

5) Sono stati spesi soldi pubblici per la sua ristrutturazione (come per la Sirena).

6) Il bar - unica attività che poteva essere produttiva - è chiuso, non funzionando il museo (come la Sirena).

7) La sua architettura non si uniforma con quella dei dintorni (come si sostiene anche della Sirena).

8) La struttura non è vincolata (come la Sirena che però è più antica).

9) Con lo spazio lasciato libero dalla parte vecchia del Mu.Mi. e Piazza della Rinascita creiamo una piazza ancora più grande (come per la Sirena).

10) È un’occasione per riqualificare urbanisticamente il paese alto (come per la Sirena).

11) L’abbattimento offre la possibilità di rivitalizzare la parte alta del paese attraverso l’organizzazione di grandi spettacoli e manifestazioni nella nuova grande piazza con vista sul mare (come alla Sirena).

Da Primo Foglio n. 6, dicembre 2016